Pochettino ci crede

"La nostra sfida sarà cercare di fermarli e di ripartire in attacco".

Pochettino

Il tecnico del Tottenham Mauricio Pochettino parla così alla vigilia della partita di ritorno del quarto di finale contro il Manchester City, che vede gli Spurs avanti 1-0: "Battere il City all'andata è stato un grande risultato, ma è tutto ancora aperto. Dobbiamo crederci e lottare fino all'ultimo. Loro sono fortissimi e possono spingere a mille sin dal primo minuto, la nostra sfida sarà cercare di fermarli e di ripartire in attacco. Dobbiamo credere di potercela fare. Sarà dura, il City è una delle migliori squadre del mondo e una chiara favorita per vincere la Premier e la Champions League. Lotteremo e speriamo in una prestazione molto buona".

"Avremo bisogno di un po' di fortuna nei momenti importanti della partita. Guardiola è probabilmente il migliore o uno dei migliori allenatori al mondo, che ha già vinto 24, 25 o 26 titoli. Lo conosco bene dai tempi di Barcellona".

ARTICOLI CORRELATI:

Jürgen Klopp cancella il passato
Jürgen Klopp cancella il passato
Il Liverpool vince la Champions League
Il Liverpool vince la Champions League
Per Ronaldo vince il Liverpool
Per Ronaldo vince il Liverpool
Il City contrattacca:
Il City contrattacca: "Vogliono danneggiarci"
Llorente non dimentica la Juventus
Llorente non dimentica la Juventus
Champions, altra rimonta epica: sarà finale Tottenham-Liverpool
Champions, altra rimonta epica: sarà finale Tottenham-Liverpool
Pochettino e quelle lacrime da finale
Pochettino e quelle lacrime da finale
José Mourinho fa a pezzi il Barcellona
José Mourinho fa a pezzi il Barcellona
Klopp racconta l'impresa sul Barcellona
Klopp racconta l'impresa sul Barcellona
 
Le foto piu' belle di Camila Giorgi
Kinsey Wolansky, la star della finale di Champions League
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo
Milca Gili: una 'diavoletta' perfetta