Emre Can, sfogo e marcia indietro

Il centrocampista tedesco prima attacca allenatore e società per l'esclusione dalla Champions, poi ritratta: il caso rientra.

Prima l’affondo, poi la marcia indietro. Il caso Emre Can alla Juventus sembra essere durato lo spazio di mezza giornata.

Il centrocampista tedesco, il grande escluso insieme a Mario Mandzukic dalla lista dei giocatori utilizzabili per la fase a gironi della Champions League, ha preso malissimo la decisione di Maurizio Sarri, al punto da attaccare duramente allenatore e società dal ritiro della Germania: "Sono scioccato e arrabbiato - ha detto il giocatore ai cronisti - La scorsa settimana il club mi aveva detto tutt'altro, poi ieri l'allenatore mi ha chiamato e in meno di un minuto mi ha detto che non sono in squadra. L'allenatore non è stato sincero con me. Se l'avessi saputo prima, non avrei più giocato nella Juventus. Ora trarrò le mie conclusioni e parlerò con la società e il mio agente".

L’ira ha però presto lasciato spazio a riflessioni meno tempestose, quelle che l’ex Liverpool ha postato sul proprio profilo twitter dopo qualche ora.

Parole di pace verso il club, anche se l’amarezza resta: “Sarò sempre grato alla Juventus e al modo in cui mi hanno supportato e sostenuto da quando faccio parte del club, in particolare durante il periodo della mia malattia”. 

“Per rispetto nei confronti della Juventus e dei miei compagni di squadra, il cui successo è sempre stata la mia prima priorità, non dirò altro e continuerò a combattere in campo".
 


ARTICOLI CORRELATI:

Diego Costa fuori fino ad aprile: niente Juventus
Diego Costa fuori fino ad aprile: niente Juventus
Douglas Costa spiega il gol più bello della sua vita
Douglas Costa spiega il gol più bello della sua vita
PSG, Icardi da record in Champions
PSG, Icardi da record in Champions
Atalanta, Papu Gomez:
Atalanta, Papu Gomez: "Il calcio italiano è lento"
CR7, due grandi record nel mirino
CR7, due grandi record nel mirino
Sarri:
Sarri: "Ronaldo arrabbiato perché non sta bene"
Icardi non si ferma più, Real a valanga
Icardi non si ferma più, Real a valanga
Atalanta, primo storico punto con il City
Atalanta, primo storico punto con il City
Douglas Costa trascina la Juve agli ottavi
Douglas Costa trascina la Juve agli ottavi
 
Bellissime a Eicma 2019: Giorgia Capaccioli
Le bellissime di Eicma 2019: Beatrice Silipigni
Le bellissime di Eicma 2019: Alessia Pasqualon
Le bellissime di Eicma 2019: Francesca Campione
Bellissime a Eicma 2019: Kate Fretti
Le bellissime di Eicma 2019: Alessia Dones
Le bellissime di Eicma 2019: Ilaria Prazzoli
Le bellissime di Eicma 2019: Sabrina Semeraro
Le bellissime di Eicma 2019: Sabrina Chiolerio
Le bellissime di Eicma 2019: Giada Bagnoli
Le bellissime di Eicma 2019: Federica Zucchieri
Le bellissime di Eicma 2019: Martina Bassi