Udinese spuntata, ma non si pente del mercato

"Abbiamo fatto partire ragazzi che non giocavano, il nostro organico è all'altezza", afferma Gerolin.

L'Udinese sta facendo i conti con una certa emergenza in attacco, ma Manuel Gerolin non si morde le mani per le tante operazioni in uscita fatte registrare nel mese di gennaio.

"Abbiamo voluto dare la possibilità ad alcuni giocatori che avevano poco spazio qui di scendere in campo con continuità altrove - ha dichiarato a 'UdineseTV' il ds bianconero -. Mi riferisco ai vari Bajic, Matos ed Ewandro. Nonostante questo abbiamo però quattro attaccanti in rosa, che hanno anche caratteristiche diverse. In più abbiamo elementi con capacità di far male in avanti anche a centrocampo, come Jankto, Fofana e Barak".

"I fatti dimostrano che abbiamo segnato due reti più della Fiorentina, uno in più del Torino e uno in più del Milan. C'è stato l'infortunio di Lasagna, ma il nostro organico è all'altezza", ha concluso Gerolin.


ARTICOLI CORRELATI:

Cairo non si sbilancia su Verdi
Cairo non si sbilancia su Verdi
Torino, individuato il vice Sirigu
Torino, individuato il vice Sirigu
La Roma offre la fascia a Higuain
La Roma offre la fascia a Higuain
Sampdoria, Praet verso l'estero
Sampdoria, Praet verso l'estero
Maxi offerta per Belotti: la risposta del Torino
Maxi offerta per Belotti: la risposta del Torino
Inglese torna a Parma: tutto fatto
Inglese torna a Parma: tutto fatto
Parma, aumento di stipendio per Gervinho
Parma, aumento di stipendio per Gervinho
Juventus, è il giorno di De Ligt
Juventus, è il giorno di De Ligt
Benfica-Perin, accordo trovato
Benfica-Perin, accordo trovato
 
Le foto più belle di Agustina Gandolfo
Il ritorno di Larissa Riquelme: le foto
Le foto più belle di Elina Svitolina
Le foto piu' belle di Camila Giorgi
Kinsey Wolansky, la star della finale di Champions League
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Le più belle foto di Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman