Verona in A, Pecchia: "Presidente accontentato"

"Ora sembra normale che siamo in A e che Pazzini sia capocannoniere".

Pecchia

Grande artefice della promozione diretta in serie A del Verona è senza dubbio Fabio Pecchia.

L’allenatore del Verona ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo lo 0-0 in casa del Cesena: "È la crescita di un gruppo, adesso sembra normale che siamo in A, che Pazzini sia capocannoniere e che Romulo giochi 40 partite. Se non avessi avuto l'appoggio della società probabilmente non ce l'avrei fatta". 

Proseguendo nella trionfale intervista, Pecchia, ex vice di Rafa Benitez, ha spiegato quale sia stato l’ostacolo più arduo della stagione: "La difficoltà non è stata quella di dover vincere, ma di dover ricreare una mentalità vincente dopo la retrocessione dello scorso anno. Stavo bene con Benitez, ma ho voluto scegliere una strada diversa, partire da solo conoscendo i rischi. Per me è una grande soddisfazione, sono stati dieci mesi molto intensi. Le scorie della scorsa stagione andavano ripianate con un gruppo giovane. Non c'è nulla da dire, il presidente voleva il prodotto finito e l'ha avuto".

ARTICOLI CORRELATI:

Verona-Pescara senza gol: si decide tutto all'Adriatico
Verona-Pescara senza gol: si decide tutto all'Adriatico
Ranieri:
Ranieri: "Champions? Ci proviamo ancora"
Oddo:
Oddo: "Trasmettere i valori del vecchio Milan non è semplice"
Filippo Galli tra passato e presente
Filippo Galli tra passato e presente
E' nato 120Milan,  la voce dei diavoli rossoneri
E' nato 120Milan, la voce dei diavoli rossoneri
Cagliari, si ferma Pavoletti
Cagliari, si ferma Pavoletti
Addio a Moretti, i tifosi fanno una richiesta alla società
Addio a Moretti, i tifosi fanno una richiesta alla società
Castro su Maran:
Castro su Maran: "E' il mio padre calcistico"
Torino, Moretti annuncia il ritiro
Torino, Moretti annuncia il ritiro
 
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo
Milca Gili: una 'diavoletta' perfetta
Le bellezze dell'EICMA 2018
Diletta Leotta