Torino, Cairo resta scaramantico

Il presidente del club granata: "Cerchiamo di puntare a quello che... non diciamo ma sappiamo cos'è".

cairo

Il presidente del Torino Urbano Cairo intervenuto con una telefonata alla cena del Toro Club Mondovì dove erano presenti Armando Izzo e Ola Aina ha mantenuto scaramanticamente il profilo basso sui prossimi obiettivi dei granata: "Armando ha già segnato tre gol, Ola Aina si sta rivelando un acquisto futuro molto azzeccato. Sono contento che il Toro stia facendo bene, occupiamo una buona posizione in classifica ma non diciamo nulla e continuiamo così".

"Ora bisogna continuare con il lavoro dei nostri giocatori e di Mazzarri, che ha messo in piedi una squadra molto bene assortita tra chi abbiamo comprato e chi non abbiamo venduto. Quest’anno non vinceremo lo scudetto del bilancio, ma ci tenevo a tenere tutti e comprare per cercare di puntare a quello che... non diciamo ma sappiamo cos'è".

ARTICOLI CORRELATI:

Chi andrà in Champions: tutte le possibili combinazioni
Chi andrà in Champions: tutte le possibili combinazioni
Barcellona e Messi abbattuti: Copa del Rey al Valencia
Barcellona e Messi abbattuti: Copa del Rey al Valencia
Pazzesco Cittadella: 3-0 a Benevento, è finale per la A
Pazzesco Cittadella: 3-0 a Benevento, è finale per la A
Risorge Santander, il Bologna sgambetta il Napoli
Risorge Santander, il Bologna sgambetta il Napoli
Saputo:
Saputo: "Mihajlovic ha ridato gloria al Bologna"
Frosinone-Chievo, arrivederci alla A senza gol
Frosinone-Chievo, arrivederci alla A senza gol
Gasperini e la Champions:
Gasperini e la Champions: "Un po' di tensione c'è"
Inzaghi fa il bilancio:
Inzaghi fa il bilancio: "Tre anni splendidi"
Fiorentina-Genoa, l'augurio di Andreazzoli
Fiorentina-Genoa, l'augurio di Andreazzoli
 
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo
Milca Gili: una 'diavoletta' perfetta
Le bellezze dell'EICMA 2018
Diletta Leotta