Supercoppa: Juve-Milan in Arabia Saudita

Si gioca a Gedda a gennaio.

supercoppa, juve, milan

La Supercoppa italiana tra Juventus e Milan si giocherà a Gedda, in Arabia Saudita, il 16 gennaio 2019.

E' questa la decisione finale della Lega: l'intesa sulla data è stata trovata tra i club e le autorità arabe. Per la decima volta nella storia la Supercoppa verrà contesa fuori dall'Italia: a causo dello slittamento al 16, Juve e Milan anticiperanno i rispettivi ottavi di finale di Coppa Italia il 12 gennaio. La data del 12 è stata respinta dall'Arabia Saudita perché la Nazionale locale gioca in quel giorno contro il Libano.

La Supercoppa si era disputata all'estero anche nel 1993 a Washington, a Tripoli nel 2002, a New York nel 2003, per tre volte a Pechino (2009, 2011 e 2012) per due volte a Doha, nel 2014 e nel 2016. Oltre a Shanghai nel 2015.


ARTICOLI CORRELATI:

Mondiali femminili, ai quarti sarà Italia-Olanda
Mondiali femminili, ai quarti sarà Italia-Olanda
Supercoppa Italiana 2020, scelta la sede
Supercoppa Italiana 2020, scelta la sede
Le lacrime mondiali di Barbara Bonansea
Le lacrime mondiali di Barbara Bonansea
Serie C, fuori in tre: Foggia in bilico
Serie C, fuori in tre: Foggia in bilico
Mondiale femminile, Bertolini chiama i tifosi
Mondiale femminile, Bertolini chiama i tifosi
Mondiali femminili, l'Italia vola ai quarti: la Cina si arrende
Mondiali femminili, l'Italia vola ai quarti: la Cina si arrende
Caso Palermo, Tacopina all'attacco
Caso Palermo, Tacopina all'attacco
Ufficiale, Petrachi ds della Roma
Ufficiale, Petrachi ds della Roma
Ganz è il nuovo allenatore del Milan femminile
Ganz è il nuovo allenatore del Milan femminile
 
Il ritorno di Larissa Riquelme: le foto
Le foto più belle di Elina Svitolina
Le foto piu' belle di Camila Giorgi
Kinsey Wolansky, la star della finale di Champions League
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia