Serie B, Virtus Entella-Verona 1-2

Hellas Verona di Pecchia corsaro anche a Chiavari contro l'Entella del neo allenatore Castorina, subentrato in settimana a Breda, nella terz'ultima di campionato.

Pisano

Hellas Verona di Pecchia corsaro anche a Chiavari contro l’Entella del neo allenatore Castorina, subentrato in settimana a Breda, nella terz’ultima di campionato. Il concomitante successo del Frosinone lascia immutate le posizioni in classifica: Verona secondo con 72 punti, Frosinone 71 in attesa della Spal capolista impegnata domenica contro la Pro Vercelli. Il successo del Verona sotto una pioggia battente per 2 a 1  è stato il frutto di un primo tempo dominato con reti in avvio di Bessa ed il raddoppio di Pisano e di una ripresa di contenimento dopo la rete dell’Entella con Caputo su rigore. Prossimo turno:  Virtus Entella-Novara, Verona-Carpi e Benevento-Frosinone.
 
Primo tempo.
Partenza fulminante dell’Entella che sfiora la rete (2’) con Caputo, il centravanti salta anche Nicolas ma non Caracciolo che devia in angolo. Il Verona però è ritornata la squadra d’inizio stagione. Lo dimostra Bessa, in forma strepitosa, che, dopo la rete contro il Vicenza, non si fa pregare nemmeno a Chiavari (3’): botta dal limite, leggera deviazione e palla in rete per lo 0 a 1 dell’Hellas Verona per la gioia dei 900 tifosi gialloblù arrivati in Liguria. Ci si aspetta la reazione dei padroni di casa, invece al primo angolo il Verona raddoppia: angolo di Romulo, stacco sottomisura di Pisano, lasciato colpevolmente solo, e palla in rete per lo 0 a 2. Il Verona controlla un’Entella che non riesce a rendersi pericolosa tranne che con il giovanissimo Zaniolo, classe 1999: palla a giro dal vertice sinistro al 25’, palla appena sopra l’incrocio. Il Verona controlla ed attacca, schiacciando l’Entella nella propria metà campo. Siligardi, Pazzini, Bessa vanno al tiro, palla a lato non di molto. Sull’altro fronte gli avanti della Virtus mancano sempre nell’ultimo passaggio.

Secondo tempo. Stesse formazioni in campo dopo l’intervallo.  Anche stavolta la Virtus Entella parte bene. Caputo impegna Nicolas (1’). Al 3’ angolo Entella corretto al volo dall’ex Ceccarelli: tutti immobili, buon per Nicolas che la palla esca di un niente alla sua sinistra.  Il Verona, a differenza del primo tempo, non spegne la fiammata dei ragazzi di Castorina che concretizzano i loro sforzi al 9’ col rigore procurato da un intervento falloso su Catellani e realizzato da Caputo, al 18esimo gol stagionale per la gioia della tifoseria casalinga. Cambia il risultato: 2 a 1 sempre per l’Hellas ma l’Entella sembra trasformata. 15’: Pecchia inserisce l’esperto Troianiello per Luppi. La gara imbocca la strada dell’equilibrio, si gioca tra le due trequarti, occasioni non se ne vedono. Castorina inserisce Moscato per Ardizzone  al 27’, quindi al 32’ Diaw per Zaniolo nell’Entella. 41’: dentro Fares per l’esausto Bessa nel Verona. Nell’Entella entra Tremolanda. L’arbitro concede 4 minuti di recupero. Angolo Entella al primo di recupero: stacco perentorio di Caputo, palla alta.  Quindi l’arbitro espelle Catellani per un fallaccio su Pazzini a centrocampo. Triplice fischio: Entella-Verona 1-2.

ARTICOLI CORRELATI:

Verona-Pescara senza gol: si decide tutto all'Adriatico
Verona-Pescara senza gol: si decide tutto all'Adriatico
Ranieri:
Ranieri: "Champions? Ci proviamo ancora"
Oddo:
Oddo: "Trasmettere i valori del vecchio Milan non è semplice"
Filippo Galli tra passato e presente
Filippo Galli tra passato e presente
E' nato 120Milan,  la voce dei diavoli rossoneri
E' nato 120Milan, la voce dei diavoli rossoneri
Cagliari, si ferma Pavoletti
Cagliari, si ferma Pavoletti
Addio a Moretti, i tifosi fanno una richiesta alla società
Addio a Moretti, i tifosi fanno una richiesta alla società
Castro su Maran:
Castro su Maran: "E' il mio padre calcistico"
Torino, Moretti annuncia il ritiro
Torino, Moretti annuncia il ritiro
 
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo
Milca Gili: una 'diavoletta' perfetta
Le bellezze dell'EICMA 2018
Diletta Leotta