Rimonta e sfida alla Juve: la Lazio si rialza

LAZIO-UDINESE
67’ Kone (U), 70’ Matri (L), 79’ Cataldi (L)

Dopo le contestazioni, il letame scaricato a Formello e il filotto di risultati poco entusiasmanti in campionato, la Lazio si rialza prendendosi con determinazione il quarto di finale di Coppa Italia contro la Juventus, che si giocherà all’Olimpico: sempre all’Olimpico, quasi deserto, infatti, i biancocelesti mettono alle corde l’Udinese priva di Di Natale e Thereau. 2-1 in rimonta, con Colantuono sfortunatissimo che perde Aguirre tre minuti dopo averlo inserito come terzo e ultimo cambio. Dopo il vantaggio di Kone - gol meraviglioso -, Matri pareggia subito e infine anche Cataldi trafigge un Meret impeccabile.

LA CRONACA DELLA PARTITA

La Lazio non vince da tempo immemore in campionato e naviga a metà classifica contestata dai tifosi, l’Udinese è 2 punti più sotto. Entrambe cercano di risollevare un po’ il morale. I biancocelesti falcidiati dagli infortuni e con Parolo squalificato, nel primo tempo prevalgono, nonostante la partita non sia delle più divertenti. Candreva e Matri cercano di colpire più volte in contropiede, dalla distanza ci provano anche Radu e Cataldi, ma l’Udinese priva di Thereau e Di Natale chiude bene e qualche volta si salva in affanno. Ci si mette anche il giovane portiere Meret, protagonista di due begli interventi su Matri. Tra i bianconeri si fa male Domizzi, ex della partita, ed esce dal campo per problemi agli addominali.

Anche ad inizio ripresa il leitmotiv è lo stesso: la Lazio preme, Meret para tutto. Candreva sfiora una rete stupenda, al volo su palla da sinistra, ma manca l’obiettivo di pochissimo. Poi il portiere friulano si oppone all’incornata di Milinkovic-Savic e anticipa di un soffio Matri in uscita bassa. Al 57’ Meret vola ancora su botta da fuori di Candreva, la porta è sbarrata. Poi succede di tutto: esce il peggiore in campo Evangelista ed entra Aguirre, che al 67’ orchestra un’azione splendida in palleggio e il neo-entrato Kone mette la ciliegina sulla torta agganciando al volo e superando Berisha in girata, con un pallonetto diagonale: gol splendido. Ma Aguirre esce dal campo per un dolore fortissimo all’anca e mentre l’Udinese è in 10 la Lazio pareggia immediatamente: Cataldi combatte, vince un rimpallo e serve Matri, che con il mancino infila Meret: 1-1. Aguirre non ce la fa e abbandona definitivamente il campo. Emergenza in attacco per Colantuono in vista del Torino: out Di Natale, Thereau e ora anche l’uruguaiano. E al 79’ le ‘zebrette’ pagano l’inferiorità numerica. Su punizione tagliata di Biglia, Konko devia di piede da distanza ravvicinata, Meret compie il miracolo, ma non può nulla sul tap-in di Cataldi, di testa (in sospetto fuorigioco). Forti dell’uomo in più, i capitolini amministrano senza problemi fino alla fine.

Con tre reti in campionato, due in Europa League e questa in Coppa Italia, Matri è attualmente il miglior marcatore stagionale della Lazio, a quota 6 gol fatti.


ARTICOLI CORRELATI:

La rabbia di Fabio Mazzeo
La rabbia di Fabio Mazzeo
Manuel Lazzari è stato operato
Manuel Lazzari è stato operato
Brutto stop per Barbara Bonansea
Brutto stop per Barbara Bonansea
Sarri ha la polmonite, debutto in campionato a rischio
Sarri ha la polmonite, debutto in campionato a rischio
Wanda Nara:
Wanda Nara: "Icardi non giocherà lì"
Brescia, ecco Balotelli:
Brescia, ecco Balotelli: "Non ho paura di fallire"
Capello boccia Suso trequartista
Capello boccia Suso trequartista
Il Monaco corteggia Caceres
Il Monaco corteggia Caceres
De Rossi, esordio e vittoria alla Bombonera
De Rossi, esordio e vittoria alla Bombonera
 
Le foto più belle di Agustina Gandolfo
Il ritorno di Larissa Riquelme: le foto
Le foto più belle di Elina Svitolina
Le foto piu' belle di Camila Giorgi
Kinsey Wolansky, la star della finale di Champions League
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana Linck, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Le più belle foto di Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman