Platini, sconto e rabbia

La commissione di appello della Fifa ha accolto il ricorso presentato dal presidente uscente della Fifa Joseph Blatter e da Michel Platini, numero uno in carica dell’Uefa, riducendo la squalifica comminata lo scorso 21 dicembre a causa del noto e ancora misterioso pagamento di 2 milioni di franchi svizzeri che Platini ricevette da Blatter nel 2011, ufficialmente per non meglio precisati “lavori” svolto tra il 1999 e il 2002. La condanna in primo grado a 8 anni è scesa a 6.

Ritenuti ancora colpevoli delle violazioni degli articoli 13 ("regole generali di condotta"), 15 ("lealta'"), 19 ("conflitto d'interesse") e 20 ("offerta e accettazione di doni e altri benefit"), la Corte d’Appello ha riconosciuto a Blatter e Platini alcune attenuanti: "le attivita' e i servizi resi alla Fifa, alla Uefa e al calcio in generale nel corso degli anni" da parte di entrambi i dirigenti.

Confermate le multe da 80.000 franchi svizzeri per Platini e 50.000 per Blatter, respinto il ricorso della Commissione Etica contro la mancata squalifica a vita.

Per Platini nulla cambia, la corsa alla presidenza Fifa è già sfumata. E la rabbia è tanta: "È una decisione offensiva, vergognosa, una negazione dei diritti – ha detto il 3 volte Pallone d’oro – È stata presa una decisione politica presa dall'amministrazione della Fifa. Presenterò tutti i possibili ricorsi, a partire da quello al Tas. Ho chiesto ai miei avvocati di agire immediatamente. Le prossime elezioni saranno ricordate come illegittime".

ARTICOLI CORRELATI:

Milan, esordio vincente in Europa: 1-0 al Craiova
Milan, esordio vincente in Europa: 1-0 al Craiova
L'Inter risponde al Milan, Eder batte il Bayern
L'Inter risponde al Milan, Eder batte il Bayern
Torino, Mihajlovic: ''Ecco dove dobbiamo migliorare''
Torino, Mihajlovic: ''Ecco dove dobbiamo migliorare''
Higuain perde la causa contro il Napoli
Higuain perde la causa contro il Napoli
Il Milan esordisce in Europa: Craiova-Milan è LIVE
Il Milan esordisce in Europa: Craiova-Milan è LIVE
Conte: ''O faccio così o sono morto''
Conte: ''O faccio così o sono morto''
 
Izabel Goulart
Calista Melissa
Diletta Leotta in vacanza
Khloe Terae
Nina Serebova
Alexandra Renee
Rosy Maggiulli
Carolina, la musa di Kakà
Olga Goloburda
Katya Elise Henry
Daphne Joy
Elizabeth Smith