Pjaca: "Io tra Neymar e Hazard"

"Se non sono tra i migliori al mondo è colpa degli infortuni" ha detto l'attaccante della Fiorentina.

Pjaca

Intervistato da 'Sport Week', Marko Pjaka ha parlato dell'esperienza che sta vivendo a Firenze: "Sto bene, la città è splendida, la squafra giovane e i tifosi appassionati. Della Juve non rimpiango nulla, quando sono arrivato c'era solo Cuadrado come esterno di ruolo. Credevo mi sarei ritagliato il mio spazio ma poi mi sono fatto male".

Proprio gli infortuni hanno caratterizzato la carriera del croato: "Ho smesso di crescere per colpa degli infortuni ma se gioco con continuità, posso essere uno dei migliori al mondo come Neymar e Hazard. Io posso stare in mezzo a loro, se non ci sono ancora è per gli infortuni".

"Il dribbling si può perfezionare - ammette Pjaca -, ma è una qualità naturale. Da quando sono piccolo mi piace puntare l'uomo e saltarlo, per me è più bello che segnare un gol. Pioli a noi attaccanti dà la libertà di dribblare ma solo nella metà campo avversaria. Alla Fiorentina tutti sanno quello che devono fare".

ARTICOLI CORRELATI:

Italia, ecco le 23 per il Mondiale
Italia, ecco le 23 per il Mondiale
Bucchi dimentica la prima vittoria
Bucchi dimentica la prima vittoria
Crisi Fiorentina, la mossa della curva
Crisi Fiorentina, la mossa della curva
Pradè avverte il Cagliari
Pradè avverte il Cagliari
Caso Mayorga, rintracciato l'indirizzo di CR7
Caso Mayorga, rintracciato l'indirizzo di CR7
Milan, Piatek per il record e la Champions
Milan, Piatek per il record e la Champions
Spal-Milan, le probabili formazioni
Spal-Milan, le probabili formazioni
Lippi torna ad allenare la Cina
Lippi torna ad allenare la Cina
Pjanic rende merito ad Allegri
Pjanic rende merito ad Allegri
 
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo
Milca Gili: una 'diavoletta' perfetta
Le bellezze dell'EICMA 2018
Diletta Leotta