Pirotecnico 3-3 tra Cremonese e Perugia

Breda sfiora colpaccio, ma Paulinho fa pentole e coperchi.

Paulinho

Lo "Zini" è crocevia tra le ambizioni di alta classifica della Cremonese e la volontà di risalire la china del Perugia, affidato in settimana a Breda. Umbri decimati: out Rosati, Volta, Colombatto e Monaco. Tesser propone l'inedita coppia d'attacco Paulinho-Scappini (perugino doc). Dopo l'iniziale fase di studio, con una Cremonese poco incisiva in avanti, dal 15' il Perugia punge ripetutamente in area avversaria, costringendo i grigiorossi ad arretrare il baricentro e a subire diversi calci d'angolo. Sull'ennesimo corner, al 21' Dossena insacca di testa: 1-0 Perugia. Bisogna attendere il 30' per il pareggio della Cremonese: Paulinho spizzica la palla di testa; il perugino Zanon – preso in controtempo – devia nella sua porta. Al 42' ancora Paulinho schiaccia a terra la palla, che finisce di poco a lato.  

Ripresa: palla banalmente persa in attacco dalla Cremonese, il Perugia lancia Di Carmine – in sospetto fuorigioco – il quale, a tu per tu con Ujkani, lo batte. 2-1 per il Perugia. Tesser avvicenda Scappini con Mokulu. Al 58' Pesce colpisce a botta sicura su cross dell'attaccante belga, ma il tiro è rimpallato da un avversario. Al 61' Paulinho si allunga su un cross in area, spedendo di poco a lato. Tesser prova il tutto per tutto e inserisce Brighenti per Pesce. Al 77', su palla apparentemente innocua, Paulinho addomestica di petto e colpisce in rovesciata: palla nel sette, 2-2 che fa esplodere l'urlo liberatorio dello "Zini". Breda tenta la carta Mustacchio, in luogo di Han. 81': su contropiede perugino, Pajac centra per Di Carmine, che insacca per il 3-2 degli umbri. All'85 viene fiscchiato fallo di mano a Mustacchio in area: è rigore. Si accende il parapiglia, Zanon e Claiton vengono ammoniti. Sul dischetto va Paulinho, che realizza la doppietta personale, per il 3-3.

Pareggio giusto, tra i padroni di casa palesemente stanchi, ma con un Paulinho rigenerato dalla prodezza di Chiavari, e gli ospiti, ben disposti in campo e quadrati in tutti i reparti. Breda ha sfiorato la vittoria esterna alla sua prima panchina stagionale, guadagnando un punto prezioso su un campo difficile. Per i grigiorossi una partita forse interlocutoria, in attesa di recuperare il mordente mostrato nelle precedenti giornate.

ARTICOLI CORRELATI:

Oreste Vigorito sta con il Palermo
Oreste Vigorito sta con il Palermo
Ascoli, Bellini sbatte la porta
Ascoli, Bellini sbatte la porta
Parma, Carra non ha paura
Parma, Carra non ha paura
Juventus e Brasile in ansia per Douglas Costa
Juventus e Brasile in ansia per Douglas Costa
Chelsea-Conte, finisce a carte bollate
Chelsea-Conte, finisce a carte bollate
Alessandro Lucarelli: ''Ancora accuse gratuite''
Alessandro Lucarelli: ''Ancora accuse gratuite''
 
Tawny Jordan
Aida Yespica
Arlenis Sosa
Ginevra Lambruschi
Allyson Joy
Chiara Biasi
Francesca Sofia Novello
Sofya Zhuk
Karolina Bojar
Celeste Bright
Devin Brugman
Jessica Cribbon