Parolo: “Impariamo a giocare contro 12 persone”

Il centrocampista della Lazio si unisce, in parte, al coro delle proteste dopo la sconfitta contro il Torino.

Altra serata amara per i tifosi della Lazio: la sconfitta contro il Torino arriva al termine di una gara segnata dall’espulsione di Immobile a fine primo tempo e dal mancato rigore concesso poco prima ai biancocelesti per  un fallo di mano di Iago Falque.

Tra tante proteste spunta anche la voce di Marco Parolo, che ha analizzato la gara parlando a Premium Sport: “Abbiamo parlato con Burdisso che ha detto all’arbitro di non essere stato toccato, ma non è servito a nulla. Spesso commettiamo degli errori noi calciatori, questa volta ha sbagliato l’arbitro e chi lo ha assistito: quando è andato a vedere le immagini tutto lo stadio era convinto del rigore, e invece… È stato un confronto, come ce ne possono stare mille, il calcio è anche un gioco maschio, dove ci sono i contrasti, dove ci può essere anche un muso a muso, però, Immobile è rimasto nel suo, non è che ha tirato una testata da stenderlo. Quindi, è stata un po’ tutta una esagerazione e, secondo me, c’è stato un occhio un po’ maligno nei confronti della Lazio. Comunque ognuno ha la propria interpretazione, noi dobbiamo provare ad accettare l'idea di giocare contro 12 persone”.

“Forse abbiamo sbagliato qualcosa, in 10 ci siamo sbilanciati troppo, saremmo dovuto essere più compatti. Dobbiamo andare avanti per la nostra strada. Se continuiamo a pensare agli arbitri, al VAR, perdiamo di vista quello che è il nostro obiettivo e quello che siamo noi. Dobbiamo lavorare, cercare di migliorare, perché se nel primo tempo facciamo uno o due gol, magari, non c’è nemmeno questa situazione. Però, le partite sono anche condizionate così e noi dobbiamo cercare di togliercelo dalla testa".
 

ARTICOLI CORRELATI:

Uragano Psg, otto gol al Digione
Uragano Psg, otto gol al Digione
Vicenza, giovedì il giorno della verità
Vicenza, giovedì il giorno della verità
Atletico-Siviglia, dramma nel pre-gara: poi vince Montella
Atletico-Siviglia, dramma nel pre-gara: poi vince Montella
Lucioni si giustifica:
Lucioni si giustifica: "Profilo gestito da terzi"
Oliveira:
Oliveira: "Il mercato del Milan? Tanti doppioni"
Ansaldi:
Ansaldi: "Adesso siamo tutti alla pari"
 
Devin Brugman
Jessica Cribbon
Laci Kay Somers
Jessa Hinton
Ria Antoniou
Kyliee Walton
Ludovica Pagani
Ashley Gilbert
Kayla Fitzgerald
Dessie Mitcheson
Abby Dowse
Jessa Cygan