Neve, gol ed emozioni: 5-2 a Vercelli

Dopo la neve della mattinata e il fischio di inizio rinviato alle 17 Pro Vercelli e Pescara danno vita ad una gara divertente. I padroni di casa ritrovano la vittoria dopo un mese con un pesante 5-2 e aprono così la crisi in casa Pescara.
 
Senza Lapadula e Verre e con Campagnaro ancora ai box Oddo presenta il solito 4-3-2-1. C'è Selasi a centrocampo, Benali viene avanzato insieme a Caprari alle spalle del rientrante Cocco. Foscarini opta per un compatto 3-5-2 preferendo Beretta al bomber Marchi per affiancare Malonga in attacco.
 
L'inizio al Piola è su buoni ritmi ed il primo squillo è ad opera di Memushaj che conclude di poco alto un tiro dai 30 metri. Il Pescara col passare dei minuti alza il baricentro e al 23esimo va vicinissimo al vantaggio con Benali che in area incorna alla perfezione ma Pigliacelli con un intervento prodigioso è bravo a negargli il gol. Quattro minuti dopo i biancazzurri sfiorano di nuovo la rete con Caprari che imbeccato in area da Benali conclude in diagonale facendo la barba al palo. 
 
La beffa per il Pescara è però dietro l'angolo e alla prima occasione da gol i padroni di casa passano in vantaggio grazie a Coly che da azione d'angolo è bravo ad eludere la marcatura della difesa abruzzese e a battere Fiorillo di testa. La Pro Vercelli prende coraggio e tre minuti dopo, al 40esimo trova il raddoppio con Malonga che da punizione è bravo ad approfittare di una corta respinta di Fiorillo, non proprio impeccabile nella situazione e a portare il punteggio sul 2-0.
 
Per gli uomini di Oddo è un colpo durissimo e a rendere la situazione ancora peggiore ci pensa l'arbitro Marini che poco prima del l'intervallo espelle Zampano far un fallo da ultimo uomo ai danni di Malonga pronto a presentarsi da solo davanti a Fiorillo. Si chiude cosi la prima frazione con il Pescara sotto immeritatamente di due gol.
 
I biancazzurri però ci credono e alla ripresa riaprono la gara con Torreira che con una gran torsione da azione d'angolo batte Pigliacelli. Ma al 55esimo Scavone spegne le speranze degli abruzzesi siglando il 3-1 con un preciso sinistro dalla distanza sfruttando al meglio una corta respinta degli uomini di Oddo. I piemontesi sono scatenati e al 59esimo chiudono la gara con Beretta che approfitta di un retropassaggio sbagliato di Mazzotta e trafigge Fiorillo per la quarta volta.
 
Il Pescara è al tappeto ma prova a rendere il punteggio meno amaro riuscendoci al 76' con Benali che riceve in area da Memushaj e insacca alle spalle di Pigliacelli. Scavone però qualche minuto dopo ristabilisce le distanze siglando il quinto gol da calcio d'angolo a seguito di una respinta sbagliata di Fiorillo.
 
Gli ultimi minuti della gara sono pura accademia e dopo tre minuti di recupero Marini sancisce la fine del match. La Pro Vercelli con una vittoria importante si allontana dalle zone calde della calde della classifica, il Pescara trova la seconda sconfitta consecutiva e viene agganciato al terzo posto dal Novara.
 
PRO VERCELLI – PESCARA
 
PRO VERCELLI: Pigliacelli, Germano, Coly, Legati, Mammarella, Scavone, Rossi, Budel, Emmanuello(67' Ardizzone), Beretta(81' Marchi), Malonga(70' Mustacchio).
 
A disposizione: Melgrati, Berra, Redolfi, Marchi, Sprocati, Filippini, Ardizzone, Mustacchio, Forte.
 
Allenatore: Claudio Foscarini
 
PESCARA: Fiorillo, Zampano, Fornasier, Zuparic, Mazzotta(76' Bruno), Memushaj, Torreira(56' Acosta),Selasi(56' Vitturini), Benali, Caprari, Cocco.
 
A disposizione: Aresti, Bruno, Verde, Pasquato, Acosta, Mandragora, Vitturini, Mitrita, Cappelluzzo. 
 
Allenatore: Massimo Oddo
 
Marcatori: 37' Coly(PV), 40' Malonga(PV), 52' Torreira(PE), 55', 80' Scavone(PV), 76' Benali(PE)
 
Ammonizioni: Legati(PV), Rossi(PV), Coly(PV)
 
Espulsioni: Zampano(PE)
 
Arbitro: Sig.Valerio Marini di Roma1

 

ARTICOLI CORRELATI:

Schick si sblocca, la Roma vince sulla Spal
Schick si sblocca, la Roma vince sulla Spal
Maran individua le chiavi per fare male all'Inter
Maran individua le chiavi per fare male all'Inter
Barberis:
Barberis: "In ritiro per nostra scelta"
Donadoni non ignora gli striscioni
Donadoni non ignora gli striscioni
Gasperini:
Gasperini: "Atalanta in Europa? Possiamo farcela"
Inter, Spalletti ordina: ''Basta errori''
Inter, Spalletti ordina: ''Basta errori''
 
Arlenis Sosa
Ginevra Lambruschi
Allyson Joy
Chiara Biasi
Francesca Sofia Novello
Sofya Zhuk
Karolina Bojar
Celeste Bright
Devin Brugman
Jessica Cribbon
Laci Kay Somers
Jessa Hinton