Muscat: “Lascio tutto aperto”

Il difensore maltese, in uscita dall'Arezzo e che piace al Pisa, racconta: "Sto valutando".

pallone

Zach Muscat ha vinto tutto in patria con la maglia del Birkirkara: campionato, coppa nazionale e due supercoppe nazionali. Nel gennaio 2016 il difensore maltese sbarca in Italia tra le fila dell’Akragas. Nel giugno successivo si accasa all’Arezzo, firmando un biennale.

"E’ stata fisicamente e soprattutto mentalmente l’annata più difficile. Due anni fa ho vissuto momenti simili con la maglia dell’Akragas nella mia prima annata in Italia: squadra disunita e società distante. Quest’anno si è verificata una situazione difficile ma alla fine è risultata più speciale. Siamo riusciti a tutti ad unirci, sia squadra che staff. Dentro lo spogliatoio eravamo una famiglia, si parlava solo di raggiungere l’obiettivo il prima possibile" racconta a Europa Calcio.

"Futuro? E' ancora presto – aggiunge il calciatore isolano che piace al Pisa -. Sto valutando tutto, lascio tutto aperto. In questi giorni sono a Malta per godermi le vacanze con la mia famiglia. Dopo la fine del campionato non sono riuscito a staccare subito la spina perché dovevo scendere a Latina per due settimane di recupero a causa un problemino al ginocchio che ho risolto. Vorrei stare ancora un po' tranquillo. Nei prossimi giorni comincerò a pensare al mio futuro".

ARTICOLI CORRELATI:

Messi mette in pausa l'Argentina
Messi mette in pausa l'Argentina
La Ternana è sicura:
La Ternana è sicura: "La B sarà a 22 squadre"
Serie B, anticipi e posticipi delle prime tre giornate
Serie B, anticipi e posticipi delle prime tre giornate
Adesso Mario Mandzukic è tutto per la Juventus
Adesso Mario Mandzukic è tutto per la Juventus
Il Crotone chiede di essere ammesso in A
Il Crotone chiede di essere ammesso in A
Ronaldo è stato dimesso
Ronaldo è stato dimesso
 
Georgina, la musa di Cristiano Ronaldo
Tawny Jordan
Aida Yespica
Arlenis Sosa
Ginevra Lambruschi
Allyson Joy
Chiara Biasi
Francesca Sofia Novello
Sofya Zhuk
Karolina Bojar
Celeste Bright
Devin Brugman