Italia bella a metà, Ucraina in salvo

A Genova l'amichevole termina 1-1: gli Azzurri, in gol con Bernardeschi, calano alla distanza dopo un ottimo primo tempo, ma il gioco cresce.

Italia-Ucraina

Per il momento bisogna accontentarsi del gioco, che migliora. Per la vittoria bisogna aspettare ancora, anche se all’orizzonte dell’Italia già domenica c’è una partita da non sbagliare, contro la Polonia in Nations League, pena la malinconica retrocessione nella Serie B della competizione. Intanto, però, gli Azzurri non riescono a battere neppure l’Ucraina di Shevchenko, che torna a casa con un 1-1 piuttosto largo per le tante occasioni create e non concretizzate dall’Italia, vittima però nel secondo tempo di un calo di energie fisiche e forse pure mentali, leggi sfiducia dopo aver incassato il pareggio immediato, con un tiro al volo di Malinovskiy, al 18’, otto minuti dopo il vantaggio firmato Bernardeschi con un sinistro sul quale Pyatov papereggia.

Nei minuti successivi è l’Ucraina ad andare più vicina al gol (traversa dello stesso Malinovskiy su punizione), ma nella prima ora di gioco si era vista solo l’Italia. Mancini può sorridere per l’intesa tra i componenti dell’attacco leggero, con Insigne tra Chiesa e Bernardeschi, e per l’intesa del nuovo centrocampo, dove Barella debutta con personalità e Verratti rientra in modo convincente, molto meno per le occasioni sprecate. Da Chiesa a Bernardeschi, fino a Bonucci e Insigne, di tiri nei primi 30 minuti ne arrivano molti, ma a volte si pecca di egoismo e alla fine il raccolto è misero. Il problema del gol resta il più urgente da risolvere.

ARTICOLI CORRELATI:

Rincon, casa svaligiata: rubati i trofei
Rincon, casa svaligiata: rubati i trofei
Gervinho scalpita: le condizioni dell'ivoriano
Gervinho scalpita: le condizioni dell'ivoriano
Inter, Zhang:
Inter, Zhang: "Tanta gente vuole venire qui"
Bologna-Milan: Pagelloide rossonero
Bologna-Milan: Pagelloide rossonero
Gattuso striglia il Milan:
Gattuso striglia il Milan: "Partita mediocre"
Inzaghi vede un Bologna che ci crede
Inzaghi vede un Bologna che ci crede
Romagnoli chiama il silenzio e assolve Higuain
Romagnoli chiama il silenzio e assolve Higuain
Milan inceppato: a Bologna finisce 0-0
Milan inceppato: a Bologna finisce 0-0
River Plate beffato ai rigori: è gioia Al-Ain
River Plate beffato ai rigori: è gioia Al-Ain
 
Le bellezze dell'EICMA 2018
Diletta Leotta
Lauren Summer
Georgina, la musa di Cristiano Ronaldo
Tawny Jordan
Aida Yespica
Arlenis Sosa
Ginevra Lambruschi
Allyson Joy
Chiara Biasi
Francesca Sofia Novello
Sofya Zhuk