Inzaghi: "Finale strameritata"

"Reina ha parato tutto, ma siamo stati bravissimi nell'azione del gol".

inzaghi

Simone Inzaghi è raggiante dopo la qualificazione della Lazio in finale di Coppa Italia: "Doveva essere più larga, è strameritata. Raggiungiamo la terza finale in tre anni, altre squadre con più aspettative non ce l'hanno fatta. Poi ci penseremo il 15 maggio, abbiamo cinque partite di campionato. Per preparare questa gara ho fatto vedere la scorsa partita di San Siro. Non avremmo meritato di perdere, anzi. Reina ha parato tutto, ma siamo stati bravissimi nell'azione del gol. Poi bravi a non subire quasi nulla".

"Non è facile arrivare alla terza finale, non c’era da ricostruire, zero, ma da raccogliere i cocci da una sconfitta venuta in quel modo con il Chievo. Giocando con quella concentrazione avremmo creato molto. Reina ha parato tutto".

"Avremmo dovuto forse fare gol anche nel primo tempo, c'è stato un bell'intervento di Reina su Correa. Abbiamo giocato molto bene a calcio, in uno stadio fantastico in una cornice bellissima".

ARTICOLI CORRELATI:

Italia, ecco le 23 per il Mondiale
Italia, ecco le 23 per il Mondiale
Bucchi dimentica la prima vittoria
Bucchi dimentica la prima vittoria
Crisi Fiorentina, la mossa della curva
Crisi Fiorentina, la mossa della curva
Pradè avverte il Cagliari
Pradè avverte il Cagliari
Caso Mayorga, rintracciato l'indirizzo di CR7
Caso Mayorga, rintracciato l'indirizzo di CR7
Milan, Piatek per il record e la Champions
Milan, Piatek per il record e la Champions
Spal-Milan, le probabili formazioni
Spal-Milan, le probabili formazioni
Lippi torna ad allenare la Cina
Lippi torna ad allenare la Cina
Pjanic rende merito ad Allegri
Pjanic rende merito ad Allegri
 
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo
Milca Gili: una 'diavoletta' perfetta
Le bellezze dell'EICMA 2018
Diletta Leotta