Inter, Sainsbury non si sente un intruso

Il difensore australiano cerca di trovare il suo spazio: "E' dura, ma non avevo scelta"

Trent Sainsbury, difensore australiano dell'Inter in prestito dallo Jiangsu Suning, arrivato a gennaio, in un'intervista al Daily Telegraph parla dei suoi primi mesi in nerazzurro: "In realtà non avevo altra scelta. Se fossi rimasto in Cina non avrei potuto giocare a causa delle nuove regole sugli stranieri. Perciò potevo restare in Cina, non giocare e allenarmi e basta oppure andare all’Inter, allenarmi e avere una chance di giocare. Chi potrebbe mai rifiutare l’Inter? Il minutaggio è importante, lo sappiamo tutti, devo solo continuare ad allenarmi e cercare di convincere l’allenatore".

“E’ stato difficile perché non giocavo una partita dalla fine di novembre. Non ero al massimo della forma e soprattutto ero molto nervoso come potrete capire. Le prime due settimane mi sono servite per rimettermi in forma per gli allenamenti. Il campionato cinese non è certo del livello della Serie A ma non mi sento di dover dimostrare niente a nessuno. Devo provare a me stesso che posso starci a questi livelli. L’ostacolo più grande da superare è in me stesso. Fisicamente sto bene ma tatticamente è più dura, gli italiani amano la difesa. Sto imparando la lingua il che rende tutto un po’ più semplice in campo, ma tatticamente devo adattarmi alla squadra. Non è facile arrivare a metà stagione mentre io praticamente ero a metà del pre-campionato".

Sul futuro: "Questa esperienza mi rimette in vetrina. In Cina non si ha certo la copertura mediatica che c’è in Europa e questo sicuramente non mi danneggia. Magari qualcuno mi vedrà e potrà vedere cosa ho da offrire al loro club. Un ritorno in Europa è possibile. E mia moglie ne sarebbe certamente molto felice. Sono stato in Europa prima della Cina ed è in Europa che ti si accende la passione per migliorare, la stessa che mi prende ogni volta che vesto la maglia della Nazionale. Ognuno vuole spingersi al limite e salire sempre di livello, all’Inter questo lo si vede chiaramente".

 

ARTICOLI CORRELATI:

Bauza, altra porta in faccia a Icardi
Bauza, altra porta in faccia a Icardi
Gigi Buffon fa altri due passi nella storia
Gigi Buffon fa altri due passi nella storia
De Biasi è amareggiato e pensa alle dimissioni
De Biasi è amareggiato e pensa alle dimissioni
Ventura: ''Può nascere qualcosa di importante''
Ventura: ''Può nascere qualcosa di importante''
Kalinic-gol, Croazia vicina al Mondiale
Kalinic-gol, Croazia vicina al Mondiale
Italia-Albania 2-0: gli azzurri blindano il 2° posto
Italia-Albania 2-0: gli azzurri blindano il 2° posto
 
La musa di Lijaic
Jordan Ozuna
Kara Del Toro
La sorella di Schick
Rosie Roff
Anastasia Verbovaia
Eliana Amaral
La ciclista più sexy del pianeta
Lucia Javorcekova
Aline Bernardes
Viki Odintcova
Lady Ibarbo
Charlotte McKinney
Chiara Nasti
L'arbitro più sexy del mondo
Il fiore di Ocampos
Katerina Rozmajzl
Cindy Prado