Il solito Zeman: Pescara-Frosinone 3-3

Adriatici avanti di tre gol alla fine del primo tempo, poi la super rimonta dei ciociari che colpiscono anche due pali e due traverse.

Zeman

Il terzo turno di serie B si apre con un match spettacolare tra Pescara e Frosinone: finisce 3-3 con i laziali che portano a casa un punto dopo essere stati sotto di tre gol.

L’inizio del primo tempo è vibrante: il Pescara dopo solo tre minuti passa in vantaggio con Pettinari che sfrutta al massimo un pallone messo in area da Del Sole e deposita in rete. I biancazzurri poi si spengono e lasciano spazio alla squadra di Longo che domina e colpisce ben tre pali. Protagonista Ciano che al 5’ e al 13’ da fuori area conclude dai 20 metri centrando in pieno il montante. Al 26’ è sfortunato anche Ariaudo che da corner centra in pieno la parte interna del palo.

La sorte aiuta il Pescara che alla mezz’ora si risveglia e spaventa Bardi che si supera su un colpo di testa di Benali. È il preludio del raddoppio dei biancazzurri che al 39’ mettono a segno il 2-0: è ancora Del Sole a trovare al limite dell’area Pettinari che di destro non sbaglia. La punta degli abruzzesi è scatenata e al termine della frazione si ripete recuperando con determinazione palla in area e siglando la seconda tripletta consecutiva all’Adriatico dopo quella con il Foggia. 3-0 e squadre negli spogliatoi.

Nella ripresa i ritmi non cambiano e le occasioni da gol fioccano: al 51’ Sammarco colpisce la quarta traversa della serata, cinque minuti più tardi Ciano da punizione batte Pigliacelli e riapre il match. Il Pescara si fa rivedere in avanti con Benali, ma è ancora Ciano di destro dopo una gran bella azione a mandare la palla in rete: doppietta personale e 3-2. 

La squadra di Zeman è spezzata in campo: attacca e difende senza fare filtro a centrocampo e gli eventi in campo ne sono la conseguenza: prima sfiora la quarta rete con Del Sole poi subisce il 3-3 con Ciofani che si inventa con un gol strepitoso dalla distanza. Al 71’ il punteggio torna in parità.

Il Frosinone vuole vincerla e sfiora il clamoroso gol del vantaggio con Ariaudo che da corner non riesce a mettere la palla in rete a due passi dalla linea di porta. Dopo tre minuti di recupero il match termina 3-3: tanta delusione per il Pescara che riesce a buttare al vento una vittoria dopo essere stato in vantaggio di ben tre reti. 
 

ARTICOLI CORRELATI:

Ceravolo:
Ceravolo: "Non si perde la A per un pippein"
Chievo, si inizia il 5 luglio
Chievo, si inizia il 5 luglio
Maiello tra discolpa e ammissione
Maiello tra discolpa e ammissione
L'Albinoleffe piange il suo pioniere
L'Albinoleffe piange il suo pioniere
Il Parma ribatte:
Il Parma ribatte: "Messaggio innocuo"
Lega Pro, Gravina annuncia l'addio
Lega Pro, Gravina annuncia l'addio
 
Tawny Jordan
Aida Yespica
Arlenis Sosa
Ginevra Lambruschi
Allyson Joy
Chiara Biasi
Francesca Sofia Novello
Sofya Zhuk
Karolina Bojar
Celeste Bright
Devin Brugman
Jessica Cribbon