Gol ed emozioni tra Pescara e Palermo: finisce 2-2

All'Adriatico i rosanero portano a casa un punto e restano primi in classifica.

Capone, Pescara

La tredicesima giornata di serie B si apre con un 2-2 tra Pescara e Palermo.

All’Adriatico i ritmi sono molto lenti e compassati nella prima frazione: a passare in vantaggio al 10’ sono i biancazzurri con Capone che sfrutta una indecisione in uscita di Posavec, si invola verso la porta e sigla il gol del vantaggio. Il Palermo non ci sta e reagisce trovando subito il pareggio cinque minuti più tardi con Chochev abile a mettere in rete una palla ricevuta sul secondo palo.

Le due squadre giocano a viso aperto concedendo degli spazi: ne approfitta Nestorovski che al 33’ scambia con un compagno e lascia partire un delizioso sinistro a giro che si spegne in rete. Dopo lo svantaggio il Pescara prende paura e sbaglia troppo tecnicamente: l’unico guizzo è di Pettinari che con una splendida rovesciata per poco non realizza il gol della domenica. Posavec questa volta è attento e salva sulla linea.

Nella ripresa è decisamente un altro Pescara che trova subito il pareggio con Brugman: l’ex della gara sfrutta una azione confusa in area di rigore e col sinistro infila in rete. I biancazzurri prendono fiducia e vanno per ben due volte ad un passo dal 3-2: prima Mancuso tutto solo davanti a Posavec non centra la porta con un pallonetto poi Pettinari calcia a botta sicura ma è bravissimo Struna a salvare. 

Negli ultimi 20 minuti esce fuori il Palermo che vede il Pescara stanco e cerca di trafiggerlo con Nestorovski che al 93’ ha una super-occasione: il macedone servito sul filo del fuorigioco conclude di precisione ma Fiorillo si supera e mette in angolo.

Dopo quattro minuti di recupero il direttore di gara Giua fischia la fine del match: un punto a testa per Pescara e Palermo con i rosanero che restano prima in classifica. Gli abruzzesi muovono la classifica salgono a quota 17.

 

CLASSIFICA SERIE B: Palermo* 22; Empoli, Frosinone e Parma 20; Bari e Salernitana 19; Cremonese e Venezia 18; Pescara*, Cittadella e Novara 17; Avellino, Brescia e Carpi 16; Perugia, Spezia e Foggia 14; Virtus Entella e Ascoli 13; Ternana e Cesena 12; Pro Vercelli 10. 

* una partita in più

ARTICOLI CORRELATI:

Gabbiadini:
Gabbiadini: "Possiamo fare cose importanti"
Zola di nuovo in ospedale: operato
Zola di nuovo in ospedale: operato
Gattuso:
Gattuso: "Leonardo sa cosa voglio"
Lazio, Luis Alberto punta il Milan
Lazio, Luis Alberto punta il Milan
Rudiger:
Rudiger: "Con Sarri è come stare a scuola"
La Fiorentina vuole Faggiano come ds
La Fiorentina vuole Faggiano come ds
Atletico Madrid-Juventus: Pagelloide bianconero
Atletico Madrid-Juventus: Pagelloide bianconero
Djimsiti teme un aspetto del Torino
Djimsiti teme un aspetto del Torino
Sala, Nantes e Cardiff trovano l'accordo
Sala, Nantes e Cardiff trovano l'accordo
 
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo
Milca Gili: una 'diavoletta' perfetta
Le bellezze dell'EICMA 2018
Diletta Leotta
Lauren Summer
Georgina, la musa di Cristiano Ronaldo
Tawny Jordan
Aida Yespica