Comunicato dei tifosi del Foggia dopo la vergogna

"Certi gesti non ci appartengono" dichiarano Curva Nord e Curva Sud.

tifosi foggia

Dopo la sconfitta nel derby contro il Lecce, a Foggia è scoppiato il caos: Iemmelo si è visto bruciare la macchina, Busellato e la famiglia Sannella sono stati oggetto di atti intimidatori.

A commentare gli episodi anche la tifoseria organizzata rossonera che ha voluto dichiararsi estranea a questi episodi.

Ecco il comunicato: “Apprendiamo con molto stupore e rammarico quanto accaduto nelle ultime ore ai danni di società e calciatori, questi gesti non appartengono affatto al nostro modo di fare e di agire pertanto ci sentiamo estranei da quanto successo. Siamo partiti ad inizio anno con una forte penalizzazione e non poche rogne societarie pertanto abbiamo deciso per Amor del Foggia di operare in maniera diversa rispetto al passato cercando di instaurare un dialogo con società e calciatori al fine di superare i momenti difficili tutti insieme. In più di un’occasione nonostante risultati dal campo poco confortevoli non abbiamo mai negato il nostro sostegno né in casa né fuori, siamo stati etichettati come Ultras filo aziendalisti che non contestano perché supportati economicamente da società o altro invece la nostra è stata una scelta presa con coscienza e soprattutto per Amore della nostra maglia. Ci siamo sempre confrontati con tutto l’ambiente Foggia arrivando a volte a dure discussioni ma sempre nel rispetto reciproco, guardando l’orizzonte comune, cercando di costruire piuttosto che distruggere. Non vogliamo cercare alcune giustificazione, magari la frustrazione di chi considerava questa una squadra capace di occupare alte posizioni di classifica ma ritrovatasi a poche settimane dalla fine del campionato a lottare a fatica per non retrocedere, il susseguirsi di vicende societarie che da luglio destabilizzano un’intera piazza, è sfociata in comportamenti affatto condivisibili, estranei ai nostri contesti, che non fanno altro che puntare ancor di più i riflettori su di una piazza, un’intera città poco simpatica a certi contesti. Ci auguriamo che quanto accaduto possa non distogliere lo sguardo da ciò che può essere considerato il vero obiettivo che accomuna tutti, mantenere la categoria sul campo e nei palazzi!”.

ARTICOLI CORRELATI:

Roma al veleno, botta e risposta Monchi-Pallotta
Roma al veleno, botta e risposta Monchi-Pallotta
Mancini ribadisce:
Mancini ribadisce: "Le scelte le faccio io"
David Ospina è stato dimesso
David Ospina è stato dimesso
Milan-Inter: Pagelloide rossonero
Milan-Inter: Pagelloide rossonero
Monchi, addio Roma:
Monchi, addio Roma: "Idee diverse dalla proprietà"
I possibili provvedimenti per Kessie e Biglia
I possibili provvedimenti per Kessie e Biglia
Ospina, il padre:
Ospina, il padre: "Doveva uscire"
D, Bari in volo: male Como e Modena
D, Bari in volo: male Como e Modena
C, la Juve Stabia come la Juventus: primo ko
C, la Juve Stabia come la Juventus: primo ko
 
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo
Milca Gili: una 'diavoletta' perfetta
Le bellezze dell'EICMA 2018
Diletta Leotta
Lauren Summer
Georgina, la musa di Cristiano Ronaldo
Tawny Jordan
Aida Yespica