Adriano Galliani esalta Gianluca Lapadula

"Fisicamente e tecnicamente mi ricorda Boninsegna, o anche Casiraghi".

Tutti pazzi per Gianluca Lapadula

Il Milan di Vincenzo Montella continua a volare in classifica anche grazie ai gol dell'ex attaccante del Pescara, alla sua prima doppietta in Serie A

Soddisfatto per l'esplosione del classe '90 si è detto anche Adriano Galliani: "Chi mi ricorda Lapadula? Sono un po’ âgée e quindi penso a giocatori di qualche anno fa - scherza l'ad rossonero ai microfoni di 'Tuttosport' -. Gianluca fisicamente, tecnicamente e per l’uso del piede sinistro mi ricorda il grande Roberto Boninsegna. Magari ai ragazzini dirà poco, ma chi ha vissuto gli anni ‘70 e la finale Mondiale col Brasile... Era interista? Non mi interessa, a me Lapadula ricorda Bonimba".

"Venendo ad anni più recenti, direi Casiraghi, ma lui era più uomo d’area e più forte fisicamente. Poi resto dell’idea che nessun giocatore sia uguale a un altro, soprattutto raffrontando epoche diverse ma, se devo trovare una similitudine, dico che Lapadula mi ricorda proprio Bonimba", ha poi aggiunto Galliani. 

ARTICOLI CORRELATI:

Berlusconi, undici milioni per il Monza
Berlusconi, undici milioni per il Monza
Italia, ecco le 23 per il Mondiale
Italia, ecco le 23 per il Mondiale
Bucchi dimentica la prima vittoria
Bucchi dimentica la prima vittoria
Crisi Fiorentina, la mossa della curva
Crisi Fiorentina, la mossa della curva
Pradè avverte il Cagliari
Pradè avverte il Cagliari
Caso Mayorga, rintracciato l'indirizzo di CR7
Caso Mayorga, rintracciato l'indirizzo di CR7
Milan, Piatek per il record e la Champions
Milan, Piatek per il record e la Champions
Spal-Milan, le probabili formazioni
Spal-Milan, le probabili formazioni
Lippi torna ad allenare la Cina
Lippi torna ad allenare la Cina
 
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo
Milca Gili: una 'diavoletta' perfetta
Le bellezze dell'EICMA 2018
Diletta Leotta