1-1 salomonico tra Cremonese e Carpi

Ai grigiorossi non basta la verve di Paulinho per avere la meglio sul Carpi

mbakogu

Allo Zini va in scena la partita-clou della giornata di serie B, tra i grigiorossi a 6 punti e il sorprendente Carpi, che veleggia in testa alla classifica, a punteggio pieno. L'1-1 finale accontenta tutti.

Tesser rinuncia al rientrante Croce e avvicenda Canini con Marconi in difesa. Neanche il giro di un minuto e la Cremonese è già in vantaggio: incursione dalla destra di Mokulu, che centra per Brighenti, il quale insacca. 1-0 e secondo goal consecutivo per il capitano grigiorosso. Il Carpi non si disunisce, anzi guadagna qualche metro sul terreno di gioco, senza però creare particolari patemi a Ujkani. La partita si vivacizza attorno alla mezz'ora, con un'occasione per parte: prima la coppia Mokulu-Brighenti tenta di replicare l'azione vincente del primo minuto; poi Hraiech spedisce poco sopra la traversa da posizione favorevole. La Cremonese perde lucidità a centrocampo e al 34' il Carpi pareggia: al termine di un contropiede, Mbakogu scavalca Ujkani con un facile pallonetto.

La ripresa inizia col tiro da fuori di Arini, che finisce di poco sopra la traversa. La Cremonese pare essere tornata in campo con una maggior concentrazione in attacco. Tesser al 59' avvicenda Piccolo con Castrovilli, ma quattro minuti dopo Concas coglie la traversa a portiere battuto. L'allenatore grigiorosso tenta la carta Paulinho, che rileva Brighenti al 64'. Proprio il brasiliano coglie un palo pieno al 69'; Croce subentra ad Arini. Al 74' Mokulu fallisce la girata, solo al centro dell'area. Calabro avvicenda Concas con Saric e Hraiech con Carletti. Panico in area cremonese sugli sviluppi di una punizione battuta all'87'. Entra Brosco per Jelenic. Colombi para un tiro insidioso su Cavion, penetrato in area all'89'. Non succede più nulla: il pareggio, tutto sommato giusto, premia forse più il Carpi, per la maggior organizzazione a centrocampo. Il pubblico si è divertito, applaudendo a lungo i giocatori grigiorossi. A fine partita, Carletti - cremonese in forza al Carpi - è andato sotto la curva Favalli a salutare i suoi ex tifosi.

TI POTREBBE INTERESSARE:

Il Parma torna italiano
Il Parma torna italiano
Monza, Galliani pronto a spendere
Monza, Galliani pronto a spendere
Cristian Brocchi:
Cristian Brocchi: "Qui per portare serenità"
Torino, il retroscena del faccia a faccia
Torino, il retroscena del faccia a faccia
De Zerbi applaude il Sassuolo
De Zerbi applaude il Sassuolo
Parma preoccupato per Inglese
Parma preoccupato per Inglese
Milan, tre sfide cruciali per Gattuso
Milan, tre sfide cruciali per Gattuso
Giampaolo è contento della maturità dei suoi
Giampaolo è contento della maturità dei suoi
Vince l'equilibrio fra Sampdoria e Sassuolo
Vince l'equilibrio fra Sampdoria e Sassuolo
 
Lauren Summer
Georgina, la musa di Cristiano Ronaldo
Tawny Jordan
Aida Yespica
Arlenis Sosa
Ginevra Lambruschi
Allyson Joy
Chiara Biasi
Francesca Sofia Novello
Sofya Zhuk
Karolina Bojar
Celeste Bright