Torino spreca, Brindisi vince con il cuore

Ai supplementari fanno festa i pugliesi nell'anticipo di mezzogiorno.

basket

L’Happy Casa Brindisi vince l'anticipo dell'ora di pranzo, superando la Fiat Torino al prolungamento (96-89), dopo aver rischiato una clamorosa sconfitta interna. Il canestro del pareggio di Banks a fine regolamentari, i punti di Moraschini nell’overtime e, soprattutto, i tanti errori della squadra piemontese decidono questa partita, in cui la squadra di Galbiati ha tanto da rimpiangere. Dopo aver rimontato da -12, è stata a +4 nell’ultimo minuto dei 40 ed ha sprecato due volte il pallone per chiuderla, per poi crollare letteralmente negli ultimi due minuti e mezzo di partita, con una serie di palle perse.

L’avvio del match è favorevole alla compagine piemontese: Jaiteh e McAdoo producono, grazie a buona circolazione offensiva e punti in contropiede, con Moore a firmare la doppia cifra di vantaggio (7-17 al 6’). Dopo molti errori, è Moraschini a suonare la carica per i padroni di casa, con due penetrazioni vincenti per riavvicinare i suoi e ridare fiato al PalaPentassuglia. La gara, però, cambia volto con l’ingresso di Walker: l’americano piazza tre triple in serie, compresa quella del sorpasso (31-29 al 14’), e sblocca la squadra di Vitucci, che cresce anche nel suo fluido gioco offensivo ed in difesa, allungando nel finale del primo tempo, fino al +8.

I pugliesi trovano anche la doppia cifra di vantaggio (50-40 al 23’) con il canestro di Brown e scappano fino al +12, quando Chappell mette la tripla in avvio di quarto periodo. Sembra finita, ma Torino ha un inatteso sussulto: parziale di 14-0 e clamoroso sorpasso con Wilson (73-75 al 36’). Ed è finale in volata. Lo stesso numero zero e McAdoo allungano dalla lunetta, Walker dice ancora -2, Hobson sbaglia, falli in attacco per Banks e McAdoo, il capitano pugliese segna il pari su rimbalzo in attacco e, dopo il tiro fuori sulla sirena di Moore, è overtime, dove, dopo un brivido per l’autore del pareggio, l’equilibrio si sblocca nella seconda metà: tripla di Chappell, due perse di Torino e Moraschini fa cinque punti in fila per un +9 diventato sentenza. E fa festa Brindisi.

a cura di basketissimo

ARTICOLI CORRELATI:

Simone Pianigiani tra realtà e ottimismo
Simone Pianigiani tra realtà e ottimismo
I playoff attuali verso la conferma
I playoff attuali verso la conferma
Drew Crawford prende tempo sul futuro
Drew Crawford prende tempo sul futuro
Ultras Milano: appello a tutti i tifosi Olimpia
Ultras Milano: appello a tutti i tifosi Olimpia
Jamarr Sanders avvisa Cantù
Jamarr Sanders avvisa Cantù
Pitino cerca la chiave per vincere a Desio
Pitino cerca la chiave per vincere a Desio
L'Olimpia lotta, ma alla fine trionfa il Real Madrid
L'Olimpia lotta, ma alla fine trionfa il Real Madrid
La Mens Sana gioca la carta del reclamo
La Mens Sana gioca la carta del reclamo
Cantù ricorda:
Cantù ricorda: "+6 sull'Olimpia nel ritorno"
 
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo
Milca Gili: una 'diavoletta' perfetta
Le bellezze dell'EICMA 2018
Diletta Leotta
Lauren Summer
Georgina, la musa di Cristiano Ronaldo
Tawny Jordan
Aida Yespica