Torino spreca, Brindisi vince con il cuore

Ai supplementari fanno festa i pugliesi nell'anticipo di mezzogiorno.

basket

L’Happy Casa Brindisi vince l'anticipo dell'ora di pranzo, superando la Fiat Torino al prolungamento (96-89), dopo aver rischiato una clamorosa sconfitta interna. Il canestro del pareggio di Banks a fine regolamentari, i punti di Moraschini nell’overtime e, soprattutto, i tanti errori della squadra piemontese decidono questa partita, in cui la squadra di Galbiati ha tanto da rimpiangere. Dopo aver rimontato da -12, è stata a +4 nell’ultimo minuto dei 40 ed ha sprecato due volte il pallone per chiuderla, per poi crollare letteralmente negli ultimi due minuti e mezzo di partita, con una serie di palle perse.

L’avvio del match è favorevole alla compagine piemontese: Jaiteh e McAdoo producono, grazie a buona circolazione offensiva e punti in contropiede, con Moore a firmare la doppia cifra di vantaggio (7-17 al 6’). Dopo molti errori, è Moraschini a suonare la carica per i padroni di casa, con due penetrazioni vincenti per riavvicinare i suoi e ridare fiato al PalaPentassuglia. La gara, però, cambia volto con l’ingresso di Walker: l’americano piazza tre triple in serie, compresa quella del sorpasso (31-29 al 14’), e sblocca la squadra di Vitucci, che cresce anche nel suo fluido gioco offensivo ed in difesa, allungando nel finale del primo tempo, fino al +8.

I pugliesi trovano anche la doppia cifra di vantaggio (50-40 al 23’) con il canestro di Brown e scappano fino al +12, quando Chappell mette la tripla in avvio di quarto periodo. Sembra finita, ma Torino ha un inatteso sussulto: parziale di 14-0 e clamoroso sorpasso con Wilson (73-75 al 36’). Ed è finale in volata. Lo stesso numero zero e McAdoo allungano dalla lunetta, Walker dice ancora -2, Hobson sbaglia, falli in attacco per Banks e McAdoo, il capitano pugliese segna il pari su rimbalzo in attacco e, dopo il tiro fuori sulla sirena di Moore, è overtime, dove, dopo un brivido per l’autore del pareggio, l’equilibrio si sblocca nella seconda metà: tripla di Chappell, due perse di Torino e Moraschini fa cinque punti in fila per un +9 diventato sentenza. E fa festa Brindisi.

a cura di basketissimo

ARTICOLI CORRELATI:

Panchina Brescia: Esposito ma non solo
Panchina Brescia: Esposito ma non solo
Dalmasson chiede calma ai suoi
Dalmasson chiede calma ai suoi
Sacchetti:
Sacchetti: "Abbiamo meritato"
Cremona e Venezia allungano
Cremona e Venezia allungano
Virtus Bologna, non solo stranieri
Virtus Bologna, non solo stranieri
I playoff di Campana:
I playoff di Campana: "Sassari, che trio di italiani!"
Vitucci progetta la rimonta
Vitucci progetta la rimonta
Pozzecco rimane senza parole
Pozzecco rimane senza parole
Pianigiani:
Pianigiani: "La squadra ha tenuto di testa"
 
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo
Milca Gili: una 'diavoletta' perfetta
Le bellezze dell'EICMA 2018
Diletta Leotta