Suicidio Olimpia, Venezia passa

La Reyer sbanca il Forum, la squadra di Pianigiani butta via un ampio vantaggio.

basket

Un canestro di Bramos a due decimi dalla sirena finale regala alla Reyer Venezia una vittoria importante e di prestigio al Forum contro l’Olimpia Milano. (87-86). La squadra di Pianigiani va a +17 in avvio e, dopo aver subito rimonta e sorpasso, scappa a +9 a 2’ dalla fine, ma si fa rimontare nuovamente e butta clamorosamente un pallone su una rimessa, a +1 a 8” dalla sirena. Un suicidio sportivo, anche se i tricolori difendono il doppio confronto, ora con quattro punti di vantaggio in classifica. Non bastano i 15 di Tarczewski ed i 14 di Nedovic, mentre per la formazione lagunare ci sono due giocatori a quota 20 (Watt 22, Tonut 20). 

Sono Kuzminskas e Jerrells gli esclusi per turnover da Pianigiani, ma la partenza della squadra biancorossa è devastante: Nunnally firma il 10-3 per costringere al timeout immediato De Raffaele, poi c’è James a regalare un assist clamoroso per Della Valle ed a segnare due triple da lontano per allungare il parziale al 19-0. L’AX scappa fino al +17, prima di un buon ingresso in campo di De Nicolao per rivitalizzare gli ospiti ed accorciare le distanze, con anche un Tonut incisivo (30-22 all’11’). I tricolori sono sempre in controllo, ma perdono un paio di palloni di troppo nel finale di tempo, permettendo così alla squadra di De Raffaele di riportarsi a due possessi di ritardo (44-38 al 19’).

Il parziale ospite prosegue in avvio di ripresa, quando cinque punti ancora di Tonut valgono addirittura il sorpasso (47-48 al 22’) ed anche una fuga a +6, con Daye e Watt. I lagunari restano al comando per tutto il terzo quarto, anche se Micov tiene l’AX in linea di galleggiamento, prima del 5-0 per aprire l’ultimo periodo ed il sorpasso firmato dalla tripla di Cinciarini (66-64 al 32’). La Reyer risponde con due schiacciate di Watt ed ora è una partita punto a punto, anche piuttosto ruvida e con una terna arbitrale poco lucida in alcune occasioni. Un parziale di 10-0, con le firme di Nedovic e Tarczewski, rimandano in fuga l’AX (78-70 al 35’): pare quella buona, ma Venezia non molla e si riporta a -1 a 40” dalla fine. Micov sfonda, Daye fallisce, ma Micov butta clamorosamente la palla sulla rimessa e Bramos firma il sorpasso a 2 decimi dalla fine. Ed è vittoria per i lagunari, visto che Milano non ha l'occasione nemmeno di prendere il tiro finale. 

Articolo in collaborazione con Basketissimo.com
 

ARTICOLI CORRELATI:

L'Italia stende anche la Bielorussia
L'Italia stende anche la Bielorussia
Brindisi bussa alla porta della Virtus
Brindisi bussa alla porta della Virtus
I playoff di Campana:
I playoff di Campana: "Non solo Daye"
Pozzecco ora chiede serenità
Pozzecco ora chiede serenità
De Raffaele ora guarda solo in avanti
De Raffaele ora guarda solo in avanti
Venezia spietata: vince a Sassari e vola sul 2-1
Venezia spietata: vince a Sassari e vola sul 2-1
Fip-Virtus, ci sono ripercussioni
Fip-Virtus, ci sono ripercussioni
La Vuelle Pesaro riparte da Perego
La Vuelle Pesaro riparte da Perego
Buscaglia traccia la via a Reggio Emilia
Buscaglia traccia la via a Reggio Emilia
 
Kinsey Wolansky, la star della finale di Champions League
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo
Milca Gili: una 'diavoletta' perfetta
Le bellezze dell'EICMA 2018