Pashutin annuncia le contromisure per Sassari

Il coach di Cantù teme un po' tutto della Dinamo: "Sarà una gara difficile".

pashutin

Vigilia di Acqua S.Bernardo Cantù-Banco di Sardegna Sassari: la formazione allenata da coach Evgeny Pashutin ospiterà la Dinamo con l’obiettivo di centrare il terzo successo consecutivo, dopo le convincenti vittorie con Pistoia e Torino nei turni precedenti.

"Con Sassari sarà una partita molto difficile – ha affermato il tecnico russo in sede di presentazione - contro una squadra che dispone di un quintetto davvero forte con Smith, che è un buon playmaker, e Bamforth che è una guardia tiratrice molto Pericolosa. E’ una squadra che gioca tanti post up, capace di creare tanti possessi per i propri tiratori, riuscendo a trovarli spesso liberi. I loro tiratori sono molto forti sul perimetro, per questo dovremo mettere sempre molta pressione su di loro, contestando ogni tiro. Poi, dovremo essere forti a rimbalzo perché i lunghi di Sassari sanno catturarne tanti, su tutti Cooley ma anche Pierre e Thomas, che sono molto atletici". "Dovremo, inoltre, mettere in campo la nostra miglior difesa, limitando i loro contropiedi con una difesa forte e attenta, prendendo subito posizione. Offensivamente, invece, dovremo correre quando possibile, senza però esagerare come abbiamo fatto correttamente a Torino. Sarà importante trovare il modo giusto per farlo, restando molto uniti".

"Dovremo continuare a fare quello che abbiamo fatto nelle ultime due partite, ovvero controllare il ritmo della gara e, in attacco, continuare a passarci così tanto il pallone. Questo ha portato a produrre 30 assist contro Pistoia e 21 contro Torino. Perché se in attacco condividiamo il pallone come una squadra, abbiamo potenzialmente 5-6 giocatori in grado si segnare 10 o più punti. Questa è per noi un’ottima cosa, perché prima di tutto ci rende una buona squadra, ma anche perché ci rende molto pericolosi ai nostri avversari. Continuiamo a giocare così – ha concluso Pashutin - dando il massimo davanti al nostro pubblico, al quale chiedo di venire in massa a sostenerci ".

ARTICOLI CORRELATI:

Torino nell'abisso, Trento galoppa
Torino nell'abisso, Trento galoppa
Vitucci non trattiene l'emozione
Vitucci non trattiene l'emozione
Pino Sacripanti non è contento fino in fondo
Pino Sacripanti non è contento fino in fondo
Pianigiani riconosce i meriti di Brindisi
Pianigiani riconosce i meriti di Brindisi
Brindisi da sogno, Olimpia sconfitta
Brindisi da sogno, Olimpia sconfitta
Esposito:
Esposito: "La squadra va rimodellata"
Vucinic ha capito dove migliorare
Vucinic ha capito dove migliorare
Pashutin:
Pashutin: "Più forti della tattica di Avellino"
Cantù ferma la rincorsa di Avellino
Cantù ferma la rincorsa di Avellino
 
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo
Milca Gili: una 'diavoletta' perfetta
Le bellezze dell'EICMA 2018
Diletta Leotta
Lauren Summer
Georgina, la musa di Cristiano Ronaldo
Tawny Jordan
Aida Yespica
Arlenis Sosa
Ginevra Lambruschi