Olimpia, pianto greco: vince il Panathinaikos

Brutta sconfitta per Milano, piegata dai greci con il punteggio finale di 83-95.

calathes

Brutto ko per l'Olimpia Milano, che al PalaDesio perde per 83-95 contro il Panathinaikos Atene e vede i playoff di Eurolega un po' più lontani, pur conservando l'ottavo posto in classifica. Ma la sfida contro i greci, un vero e proprio spareggio considerato anche il +3 dell'andata, è perso.

La partita di stasera è stata equilibratissima per due quarti e mezzo, poi la squadra ospite ha trovato la fuga buona con l’ex Langford, prendendo una doppia cifra di vantaggio mai più recuperata dai tricolori. Molto nervosismo per James, autore di 16 punti, ma con problemi di falli e tanti errori, a contraltare alla super gara di Calathes. Non basta un ottimo Kuzminskas, in una partita con problemi a rimbalzo e con palle perse banali nel momento decisivo.

La tensione si sente in avvio, con gioco piuttosto farraginoso da ambo le parti: Nunnally sblocca il match e la squadra biancorossa sale a +5, però ci sono problemi di falli (Tarczewski e James a quota due) e, soprattutto, vengono lasciate seconde occasioni in serie agli ospiti. Prima Calathes e poi Gist portano avanti i greci, fino al 14-20 firmato dall’ex. E’ James a riportare l’AX a contatto, per una battaglia diventata durissima, mentre anche Omic e Burns sono a quota due penalità a metà secondo quarto. I greci sono sempre davanti, però i tricolori trovano anche un ottimo Kuzminskas e sorpassano con Jerrells sulla sirena (47-44 al 20’), nonostante i 17 punti del leader greco.

L’avvio di ripresa è una serie di break e contro break, che non cambia la situazione di grandissimo equilibrio della partita, con continui botta e risposta tra le due squadre, fino ad una serie di sette punti di Langford, con anche il pesantissimo quarto fallo di MJ, salendo a +8 (64-72 al 30’) all’ultimo intervallo. L’ennesimo canestro di Calathes vale la prima doppia cifra di distacco della gara ed è il break decisivo, perché tornano d’attualità i problemi a rimbalzo per Milano e la squadra greca trova anche un paio di canestri da fuori, mandando fuorigiri la stella biancorossa. Le ultime palle perse ed i canestri di Thomas mettono la parola fine al confronto. La corsa, però, non è assolutamente finita, anche se serviranno due imprese.

Articolo in collaborazione con Basketissimo.com


ARTICOLI CORRELATI:

Sacchetti sincero su DiVincenzo
Sacchetti sincero su DiVincenzo
Bologna, il Prefetto chiarisce sul derby di Natale
Bologna, il Prefetto chiarisce sul derby di Natale
Djordjevic cerca un doppio riscatto
Djordjevic cerca un doppio riscatto
Derby di Natale, sindacati di Polizia chiedono spostamento
Derby di Natale, sindacati di Polizia chiedono spostamento
E' nata We Are Sport, il protagonista sei tu
E' nata We Are Sport, il protagonista sei tu
22 Daspo dopo Grissin Bon-Virtus Bologna
22 Daspo dopo Grissin Bon-Virtus Bologna
Trieste, si riparla di Mike Green
Trieste, si riparla di Mike Green
Cantù, mercato in ebollizione
Cantù, mercato in ebollizione
Sacchetti, Ricci e la Virtus
Sacchetti, Ricci e la Virtus
 
Rihanna incanta lo Stadium
Bellissime a Eicma 2019: Giorgia Capaccioli
Le bellissime di Eicma 2019: Beatrice Silipigni
Le bellissime di Eicma 2019: Alessia Pasqualon
Le bellissime di Eicma 2019: Francesca Campione
Bellissime a Eicma 2019: Kate Fretti
Le bellissime di Eicma 2019: Alessia Dones
Le bellissime di Eicma 2019: Ilaria Prazzoli
Le bellissime di Eicma 2019: Sabrina Semeraro
Le bellissime di Eicma 2019: Sabrina Chiolerio
Le bellissime di Eicma 2019: Giada Bagnoli
Le bellissime di Eicma 2019: Federica Zucchieri