James non c'è, l'Olimpia sì: Trento ko

Il play americano resta fuori dopo le polemiche delle ultime ore, ma Milano si mette alle spalle il ko contro Avellino e riparte.

Gudaitis Kuzminskas Olimpia milano

Un tempo di studio, poi l’Olimpia Milano cambia marcia e vince nettamente contro la Dolomiti Energia Trento (86-78), tornando al successo in campionato e mantenendo i 6 punti di vantaggio sulle inseguitrici. Per la prima volta senza James, la squadra di Pianigiani si affida alla propria anima italo-lituana con Cinciarini, Della Valle, Kuzminskas e Gudaitis protagonisti del successo, nel remake della finale scudetto 2018. Una vittoria senza particolari problemi, senza la necessità di dover innestare le marce alte e con un discreto debutto anche di Omic. Applauditissimo l’ex Pascolo. 

La sorpresa arriva prima della palla a due, con la prima esclusione della stagione per il play americano, il giorno dopo il caos social sul fermo delle forze dell’ordine, anche se lo stop ufficialmente è legato al turnover per il prossimo doppio turno di Eurolega. E’ ancora fuori anche Brooks, oltre agli infortunati Tarczewski e Nedovic, e c’è un andamento un po’ lento in avvio, con tre perse nelle prime tre azioni. I biancorossi rimediano subito, salendo a +6 con il canestro del debuttante Omic, ma gli ospiti rispondono con Jovanovic e Mian e la partita resta sempre molto equilibrata (39-40 al 20’). 

L’anima italo-lituana dell’AX vale un 11-2 per un allungo milanese (52-44 al 24’), con Della Valle protagonista, per poi arrivare alla prima doppia cifra di vantaggio con la penetrazione vincente di Cinciarini. La formazione di Pianigiani stringe in difesa, trova anche un Kuzminskas in doppia doppia e scappa a +15, mentre Trento perde un ottimo Jovanovic per infortunio. Scende un po’ la concentrazione e la squadra di Buscaglia ne approfitta per tornare un paio di volte a -9, però bastano due azioni per ristabilire le distanze e chiudere senza alcun affanno la partita.

Articolo in collaborazione con Basketissimo.com

 


ARTICOLI CORRELATI:

Olimpia, ufficiale Stavropoulos: le sue parole
Olimpia, ufficiale Stavropoulos: le sue parole
La Reyer non si arrende per Polonara
La Reyer non si arrende per Polonara
Visite mediche per quattro in vista del Mondiale
Visite mediche per quattro in vista del Mondiale
Esposito sa di poter perdere Abass
Esposito sa di poter perdere Abass
Bramos:
Bramos: "Sassari ha festeggiato troppo presto"
Datome:
Datome: "Vorrei restare ma..."
Dinamo, Sardara parla di mercato
Dinamo, Sardara parla di mercato
Euro donne, le magnifiche dodici
Euro donne, le magnifiche dodici
I playoff di Campana:
I playoff di Campana: "Chiusura con Zorzi"
 
Il ritorno di Larissa Riquelme: le foto
Le foto più belle di Elina Svitolina
Le foto piu' belle di Camila Giorgi
Kinsey Wolansky, la star della finale di Champions League
Beatrice Bonfanti mantiene la promessa
L'altra Belén sfida la Rodriguez
Luciana, juventina senza limiti
Ashley Vee ha un sogno a quattro ruote
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia