In Eurolega, il Real neutralizza le trappole di Blatt

Nei playoffs gli spagnoli e i turchi dell'Efes conquistano il match ball per raggiungere Cska e Fenerbahce già qualificate per le Final Four di Istanbul (17-19 maggio).

Llull

Di ENRICO CAMPANA

Nei quarti dei playoff Real Madrid e Efes hanno conquistato il mach ball nei playoffs per le Final Four, traguardo già raggiunto da Cska e Fenerbahce con un secco 3-0 contro gli spagnoli del Baskonia e i greci del Panathinaikos.

In gara3 il Real, vincitrice della regular season, ha riscattato la sconfitta casalinga col Darussafaka prendendo un largo vantaggio nel primo tempo (13 punti) con le 5 triple su 5 di JC Carroll, l'ex teramano che piace a Peterson, e la padronanza del suo gioiello 18enne. Luka Doncic ha segnato canestri preziosi e preso 8 rimbalzi, mentre nella valutazione il messicano Ayon è stato il migliore con 18 punti e 9 rimbalzi.

La squadra di Blatt non si è data per vinta, il 20enne croato Ante Zizic atteso da Boston per entrare nel roster della prossima stagione ha giocato una delle sue migliori gare segnando 20 punti con ottime percentuali e lottando ai rimbalzi nei quali gli spagnoli hanno dominato. Nella squadra di Blatt ottima partita di Brad Wanamaker (17 punti, 8 liberi su e 9 assist), è mancato invece Will Clayburn una delle novità della stagione alla quale il club turco ha allungato recentemente il contratto per i prossimi due anni. Il giovane americano ha patito l'importanza della gara segnando soltanto 2 canestri su 10, e per battere un Real Madrid col dente avvelenato al quale il suo capitano, Sergio Llull (12 punti, 6 assist), ha trasmesso la sua proverbiale carica, bisognava giocare una gara perfetta.

Nel quarto finale con 9 punti l'ex pistoiese Wanamaker ha rimesso in discussione la gara. Sul 74-77 il Real ha però subito piazzato un contro break di 8-0 con due canestri di Lull mostrando le migliori intenzioni di voler vincere venerdì per la seconda volta ad Abdi Ipecki, orfano di un gran pubblico, contro la pugnace squadra di Blatt. Il coach campione d'Europa col Maccabi 3 anni fa prima di andare ad allenare i Cavaliers contribuendo al primo titolo NBA, ha fatto i complimenti al Real senza nascondere tuttavia la delusione "… per una difesa largamente al di sotto delle aspettative, specie nel primo tempo". Mai dare però le squadre di Blatt già spacciate. Il Real è più forte, esperto, favorito, gioca in ambiente sterilizzato, ha recuperato fiducia però la vittoria di Madrid della settimana scorsa ha confermato che il Darussafa resta una pericolosa mina vagante.

Sempre a Istanbul, per la prima volta sede di ben 3 gare casalinghe di Eurolea nello stesso turno, l'Efes una delle squadre più brillanti dell'ultimo mese e mezzo, ha consolidato il colpo di Atene e battuto l'Olimpiacos, testa di serie n.3, portandosi al comando per 2-1. Sotto di 3 nel primo quarto ha schiacciato i greci nel 2° e 3° accumulando 17 punti di vantaggio (con i parziali centrali 19/10 e 18/10) nonostante la pessima serata di tiro da 3 (2 canestri su 18 per l'11 per cento). Ma grazie al dominio dei rimbalzi (43-25) e al risveglio di Vassilli Spanoulis che con 3 triple consecutive ha riaperto la gara, sul 61-60 l'Efes non è crollato. Il centro Dunston (ex Varese) ha giocato in questa serie un'altra gara da big (16 punti, 9 rimbalzi) e il francese Heurtel (6 assist) e Honecutt hanno segnato i tiri liberi della sofferta vittoria.

Saper vincere una gara con cifre inferiori dei rivali nel tiro, rimbalzi, assist, valutazione però è quasi un'impresa e coach Velimir Perasovic è a un passo da un nuovo capolavoro dopo aver portato il Baskonia alle Final Four 2017. Nella sua prima stagione con l'Efes ha il merito di aver ricostruito una squadra solida, non votata solo al gioco d'attacco march di fabbrica del croato. Al momento giusto l'Efes ha mostrato infatti di aver messo nel suo bagaglio il graffio difensivo oltre un sicuro controllo di palla. E le 18 palle perse dei greci (di cui 8 di Spanoulis per la marcatura ferrea) contro le sue sole 5 hanno cancellato la somme di tutte le criticità. Squadra in netta crescita come solidità.

PLAY OFF (Quarti, Gara 3)

ISTANBUL (12.973): FENERBAHCE-Panathinaikos 79-61 (3/0; val. 93/52; 18-17, 19-13; 15-12, 27-19; 13 B.Dixon, 10 G.DATOME st, 1/2 2/4 da3 tl2/2 V6, 10'18";10 Bog.Bogdanovic 1/3 2/6 tl2/2 8r 2a 7pe; 10 E.Udoh no st, 2/5 tl6/8 10 r Val18; 16 KC Rivers 2/4 3/6 da3 tl3/ V14, 12 C.Singleton) R-A: 38-16; 28.15. MVP: 18 Epke UDOH, Usa

VITORIA (11.862): Baskonia-CSKA 88-90 (0/3; Val.84/103; 24-22, 20-21; 26-29, 18-18; 19 T.Shengelia no st, 3/8 3/3 da3 tl4/4 7r Val23, 15 C.Budinger 5/8 1/3 da3 tl2/2 8r, 13 S.Larkin 2/5 2/5 da3 tl3/5 5a, 0 T.Killie st, 0/2 0/1 da3 3r, assente A:BARGNANI; 21 C.Higgins no st,7/13 1/2 da3 tl4/5 V20, 15 N.De Colo 4/6 1/5 da3 tl4/5 5a 2re7pe, 13 M.Teodosic 2/3 1/3 da3 tl6/6, 4a, 9 K.Hines 3/5 tl3/47 r). R-A: 41-19; 36-16. MVP: 23 Tornike SHENGELIA, Geo

Gara4, 28 aprile

ISTANBUL (4.493): Darussafaka-REAL MADRID 81-88 (1/2; Val.97/101; 17-26, 16-20; 25-24, 23-18; 20 A.Zizic 7/8 tl6/7 5r V28, 18 S.Wilbekin 4/6 da3 V22, 17 B.Wanamaker 3/4 1/4 da3 tl8/8 9a V23, 7 W.Clayburn st, 1/5 1/5; 21 J.Carroll no st, 1/2 5/8 da tl4/4 , 18 G.Ayon 8/13 tl2/2 9r 3a 2re Val23, 13 L.Doncic 3/3 2/5 da3 tl1/1 8r, 12 S.Llull3/5 2/6 da3 6a). R-A: 28-18; 38-18. Perse 7-8. MVP: 28 Ante ZIZIC, Cro

ISTANBUL (10.345): EFES-Olimpiacos 64-60 (2/1; Val. 64/67; 14-17, 19-10; 18-10, 13-23; 16 B.Dunston 7/10 tl2/3v9r V23, 12 T.Heurtel no st, 4/10b 1/4 da3 tl2/2 3r 6a, 12 D.Briwn 6/8 4r, 6 T.Honeycutt 2/6 0/1 da3 tl2/5 7r 4re, 2 A.Kirk 1/2 tl0/2; 15 V.Spanoulis 2/3 3/7 da3 tl2/2 2r 7a 8e 5fs, Val15, 8 G.Printezis 2/6 0/2 da3 tl4/4 7r, 6 K.Birch st 3/6 7r). R-A: 35-12; 43-16. MVP: 23 Bryant DUNSTON, Usa.

CALENDARIO - Eventuale gara5 il 2 maggio. Final Four 17-19 maggio Istanbul


ARTICOLI CORRELATI:

Sasa Obradovic si offre per il dopo Djordjevic
Sasa Obradovic si offre per il dopo Djordjevic
Fortitudo Bologna, scongiurata l'operazione per Sims
Fortitudo Bologna, scongiurata l'operazione per Sims
Reggio Emilia dà i gradi a Poeta
Reggio Emilia dà i gradi a Poeta
Un vice campione del mondo per la F
Un vice campione del mondo per la F
La Scipio Cup va a Trieste
La Scipio Cup va a Trieste
Eurolega, Mike James taglia fuori Milano
Eurolega, Mike James taglia fuori Milano
La classifica avulsa castiga Brindisi
La classifica avulsa castiga Brindisi
Scariolo elogia il gruppo:
Scariolo elogia il gruppo: "Non eravamo i più forti"
Il trionfo di Scariolo: Spagna campione del mondo
Il trionfo di Scariolo: Spagna campione del mondo
 
Grid Girls:  Camilla Bello' e Alessia Puccia
Grid Girls: Giulia Zanellato
Grid Girls: Lara Arluni e Neneh Riemeijer
Grid Girls: Jennifer Ciancio e Lucia Cossu
Grid Girls: Valeria Paniconi
Grid Girls: Giorgia Capaccioli
Claudia Nargi
Le foto più belle di Agustina Gandolfo
Il ritorno di Larissa Riquelme: le foto
Le foto più belle di Elina Svitolina
Le foto piu' belle di Camila Giorgi
Kinsey Wolansky, la star della finale di Champions League