Dietro Milano vincono tutte, Cantù entra in zona playoff

Successi per Venezia, Cremona e Avellino, oltre che per i brianzoli che proseguono la striscia positiva.

basket

Non si arrendono le inseguitrici della capolista Milano. Alle spalle dell'Olimpia vincono infatti tutte: Venezia, Cremona e Avellino (in poderosa rimonta su Varese). Continua a correre anche Cantù, che si affaccia in zona playoff.

Sidigas Avellino - Openjobmetis Varese 76-71
Partita incredibile ad Avellino, dove la Sidigas rimonta un -24 patito nel primo tempo concedendo solo 18 punti nella ripresa a Varese (che ne aveva segnati 53 nei primi 20’) ritrovando la vittoria in campionato. La squadra di Caja scappa via nel primo quarto, piazzando un 12-0 di parziale e toccando anche il +15 nel finale. Avellino non trova contromisure, e all’intervallo lungo è -23 per gli irpini, che però si scuotono nella ripresa, tornando a -8 nel finale di 3° quarto e a -5 in avvio di ultimo parziale. Per 4’ non segna nessuno, e ci pensa l’ex Scrubb a riportare Varese a +7. Lì però i lombardi si bloccano, e Avellino firma un parziale di 9-1 per riportarsi avanti con la tripla di Harper. Cain e Udanoh si scambiano canestri sui due lati del campo, ma Avramovic e Moore sciupano, regalando a Avellino l’occasione di chiudere i conti dalla lunetta.

Acqua San Bernardo Cantù - Virtus Segafredo Bologna 96-94
Non accenna a fermarsi la corsa di una splendida Acqua San Bernardo Cantù, che al PalaDesio infligge una dura sconfitta alla Virtus Bologna dell’amato ex Sacripanti: la sesta vittoria consecutiva vale l’ingresso ufficiale in zona playoff. In Brianza la partita è in assoluto equilibrio (mai un vantaggio superiore ai quattro punti per entrambe le squadre) fino al 28’, quando i brianzoli tentano un primo allungo fino al +8. Bologna torna a -3 in avvio di ultimo parziale, ma l’energia di Stone ispira un 8-0 che vale il massimo vantaggio sul +11. Bologna non si arrende, e 11 punti consecutivi di Punter valgono il -2. È finale in volata, e il numero 0 firma il suo 21esimo punto dell’ultimo quarto per la parità a 3’30” dal termine, ma Cantù non si disunisce e torna a +5 a 2’ dalla fine. Taylor e Kravic riaprono i giochi, ma Cantù è quasi infallibile dalla lunetta.

Vanoli Cremona - OriOra Pistoia 90-80
Continua la marcia di Cremona che si conferma al 3° posto in classifica e festeggia al meglio la Coppa Italia col pubblico del PalaRadi, imponendosi su una Pistoia battagliera per più di tre quarti. È partita vera fino al 35’, con i toscani a -4 dopo aver riaperto i giochi in un terzo quarto in cui la squadra di Sacchetti aveva toccato il +11: la tripla di Crawford (presente in tribuna il padre, ex arbitro NBA) e il canestro di Ricci valgono un nuovo margine di sicurezza, stavolta decisivo.

Umana Reyer Venezia - Banco di Sardegna Sassari 98-90
Ritrova la vittoria in casa la Reyer Venezia, che si affaccia alla partita della rimonta in Champions contro il Nizhny nel migliore dei modi: va ko una buona Sassari, capace di sognare un’improbabile rimonta. La Reyer parte subito forte con un 12-0 che Sassari però riesce a rimontare lentamente: al 10’ è +4. La squadra di De Raffaele fa però la voce grossa anche nel secondo quarto: un nuovo break, stavolta di 13-0, vale il +16, passivo con cui si arriva all’intervallo lungo. La Reyer tocca anche il +21, ma si rilassa troppo e Sassari prova a bissare la clamorosa rimonta di Coppa Italia arrivando fino al -6 al 37’ (86-80). Venezia ritrova ritmo fermando l’emorragia con Bramos, e non sbaglia dalla lunetta mantenendo il 2° posto solitario.

Articolo in collaborazione con Basketissimo.com

ARTICOLI CORRELATI:

Simone Pianigiani tra realtà e ottimismo
Simone Pianigiani tra realtà e ottimismo
I playoff attuali verso la conferma
I playoff attuali verso la conferma
Drew Crawford prende tempo sul futuro
Drew Crawford prende tempo sul futuro
Ultras Milano: appello a tutti i tifosi Olimpia
Ultras Milano: appello a tutti i tifosi Olimpia
Jamarr Sanders avvisa Cantù
Jamarr Sanders avvisa Cantù
Pitino cerca la chiave per vincere a Desio
Pitino cerca la chiave per vincere a Desio
L'Olimpia lotta, ma alla fine trionfa il Real Madrid
L'Olimpia lotta, ma alla fine trionfa il Real Madrid
La Mens Sana gioca la carta del reclamo
La Mens Sana gioca la carta del reclamo
Cantù ricorda:
Cantù ricorda: "+6 sull'Olimpia nel ritorno"
 
Jolanda De Rienzo
Samuela Grillo
Maria Liman
Victoria Lopyreva, la Musa della Russia
Fabiana Britto rossonera da urlo
Milca Gili: una 'diavoletta' perfetta
Le bellezze dell'EICMA 2018
Diletta Leotta
Lauren Summer
Georgina, la musa di Cristiano Ronaldo
Tawny Jordan
Aida Yespica